Scambi di criptovaluta

Sono necessarie regole crittografiche per evitare rischi sistemici. Ma come li classifichiamo è importante

A mio avviso, nella storia dell'umanità, le criptovalute sono i creatori di asset più veloci, creando $2-$3 trilioni nei 10 anni dal lancio di Bitcoin nel 2009. Oggi è una delle classi di asset più discusse, o dovrei dire un puzzle. Per utilizzare questa risorsa e godere dei suoi benefici come parte del mainstream economico, i regolatori e i responsabili politici di tutto il mondo si stanno arrovellando su come stabilire dei limiti attorno ad essa.

Una tipica criptovaluta potrebbe includere criptovalute, risorse virtuali e valute digitali, tra gli altri. Tuttavia, ai fini di questa discussione, mi sono concentrato su monete crittografiche, token e loro derivati ​​che sono protetti crittograficamente. Le monete crittografiche funzionano attraverso una tecnologia di contabilità distribuita, che mantiene un registro sicuro della proprietà delle singole monete. La proprietà può essere trasferita da una persona all'altra per via elettronica.

Data la natività digitale di queste valute, la mancanza di trasparenza su operazioni e trader e l'ubiquità globale delle piattaforme crittografiche, una criptovaluta non regolamentata potrebbe essere una grande sfida sistemica. Una persona potrebbe acquistare criptovalute in una valuta straniera all'estero e venderla a qualcuno in India, guadagnando ingenti somme di denaro evitando le tasse e aggirando il know-your-customer (KYC), l'antiriciclaggio (AML) o le normative sui cambi. In effetti, le criptovalute non regolamentate potrebbero significare riciclaggio di denaro senza restrizioni, deflussi e afflussi non regolamentati di forex e una porta laterale alla piena convertibilità della valuta. Come valuta alternativa, potrebbe rappresentare una minaccia per la politica monetaria e causare problemi relativi alla protezione degli investitori e alle pratiche di mercato eque, alla sicurezza e ai rischi tecnologici.

Quindi, c'è un'opzione se non quella di regolamentare il mercato delle criptovalute? Alcuni potrebbero dire vietare le criptovalute in India. Ma è davvero un'opzione? Crypto è un prodotto digitale senza tracciabilità fisica. Potrebbe già esistere nel mercato indiano in una forma o nell'altra. Regolamentare il mercato delle criptovalute con controlli e contrappesi molto forti potrebbe essere una soluzione.

La grande domanda con cui la maggior parte dei regolatori di tutto il mondo è alle prese è come regolamentare questo mercato. I politici indiani potrebbero anche esaminare l'approccio seguito in alcuni paesi. Nel Regno Unito, la Financial Conduct Authority aveva fornito una guida e un approccio normativo nel 2019. Inoltre, è stato favorito un ambiente favorevole all'innovazione affrontando l'incertezza in materia di tassazione e KYC/AML. Qualsiasi vendita, uso o scambio di risorse crittografiche attira l'imposta sulle plusvalenze e i fornitori di portafogli di scambio devono essere registrati.

Singapore ha anche adottato un approccio molto favorevole con un quadro normativo completo, che include token di pagamento digitali e fornitori di servizi regolamentati e autorizzati MAS, regole della Financial Action Task Force (FATF) in materia di AML/CFT (lotta al finanziamento del terrorismo) e norme fiscali con nessuna plusvalenza su partecipazioni a lungo termine. In Giappone, le criptovalute sono riconosciute come criptovalute e sono regolate dal regolatore dei titoli. È stata richiesta la conformità AML/CFT secondo il GAFI e i proventi/guadagni da criptovalute sono tassati come entrate varie. Il Brasile non ha emanato alcuna normativa specifica, ma le normative esistenti per il settore finanziario coprono il business delle criptovalute. L'imposta sulle plusvalenze è applicabile ed è responsabilità dei cittadini divulgare i dettagli alle autorità fiscali.

La Cina, invece, ha annunciato il divieto delle transazioni in criptovalute. Sta conducendo un esperimento pluriennale con la sua Central Bank Digital Currency o CBDC (denominata e-CNY) che è stata lanciata in 4 città a 21 milioni di persone e oltre 3,5 milioni di portafogli aziendali, con un valore di transazione di oltre 34,5 miliardi di RMB. .

A mio avviso, il quadro normativo dipenderebbe da come definiamo una criptovaluta: è una valuta, un asset o una merce? Il quadro normativo/risposta generale potrebbe essere:

  • Un quadro KYC dettagliato per qualsiasi transazione o proprietà crittografica in cui una parte della transazione è in India o da un indiano
  • Un quadro ALM dettagliato basato sulla traccia del denaro
  • Un quadro fiscale adeguato
  • Leggi sui titoli a seconda che si tratti di un titolo o di una merce
  • Ovviamente, dato che le crypto sono una tecnologia nuova e in evoluzione, anche il quadro normativo dovrà essere dinamico ed in evoluzione. Infine, dovrebbe essere creato un gruppo di esperti di criptovalute per aiutare il governo, i regolatori e i responsabili politici a tenere sotto controllo la situazione e facilitare il processo decisionale appropriato.

    In conclusione, direi che il business as usual non è un'opzione. Nessuna azione del governo significherebbe l'accettazione dello status quo, che presenta diversi rischi. Indubbiamente, non sarà di certo facile regolamentare le criptovalute. Ma è dannato se lo fai, dannazione se non lo fai. Una risposta normativa rapida e in evoluzione è un must per decodificare le criptovalute criptiche.

    (Disclaimer: le opinioni espresse in questa colonna sono quelle dello scrittore. I fatti e le opinioni qui espressi non riflettono le opinioni di www.economictimes.com.)

    (Cosa si sta muovendo? Sensex e bello Traccia ultime notizie di mercato, consigli sulle scorte e parere di esperti Su ETMarkets. Inoltre, ETMarkets.com è ora su Telegram. Per avvisi di notizie più veloci sui mercati finanziari, strategie di investimento e avvisi di azioni, iscriviti ai nostri feed di Telegram.)

    Scarica L'app di notizie dell'Economic Times per ricevere aggiornamenti di mercato giornalieri e notizie economiche in tempo reale.

    Source: https://economictimes.indiatimes.com/markets/cryptocurrency/crypto-rules-are-needed-to-avoid-systemic-risks-but-how-we-classify-them-matter/articleshow/87866296.cms

    Previous
    Scambi di criptovalutaL'exchange di criptovalute sudcoreano Bithumb ottiene il permesso operativo
    Next
    Scambi di criptovalutaDogecoin, Bitcoin crolla fino al 20% sugli scambi domestici mentre l'India si muove per vietare le criptovalute

    Articoli simili

    Leave a Reply