Finanza USA

Osservazioni dell'amministratore Samantha Power alla riunione del consiglio della U.S. International Development Finance Corporation | 9 giugno 2021 | Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale

come preparato

Voglio ringraziare Dev Jagadesan, David Marchick, così come Brian, Don, Wally e l'intero consiglio di amministrazione della DFC. Sono entusiasta di partecipare alla mia prima riunione del consiglio di amministrazione e di ricoprire il ruolo di vicepresidente.

USAID e DFC sono partner sin dai tempi dell'OPIC, ma ora la partnership è molto più forte, quindi sono entusiasta di aiutare a portare avanti quell'eredità in questo ruolo. Attendo con impazienza la nostra discussione, ma volevo condividere alcuni pensieri su come vedo crescere la partnership tra DFC e USAID.

Penso che un punto di partenza importante sia che la nostra partnership sia davvero pionieristica. Nessun'altra agenzia di sviluppo al mondo collabora con la sua istituzione finanziaria per lo sviluppo come fanno USAID e DFC. Nella maggior parte dei casi, i loro obiettivi sono completamente separati; non riescono ad allinearsi su priorità di sviluppo condivise e non beneficiano delle reciproche competenze e capacità di ciascuno. Ecco perché sono così grato che nell'ultimo anno ci sia stato vero sangue, sudore e lacrime investendo nella creazione della Mission Transaction Unit, in modo che le missioni USAID in tutto il mondo possano trovare accordi promettenti, lavorare con DFC per eseguirli , quindi gestirne l'implementazione e il monitoraggio.

Abbiamo realizzato 10 progetti sponsorizzati dall'USAID e ne abbiamo 40 in cantiere e, francamente, credo che possiamo farne molti di più. E credo che possiamo basarci su ciò che sta funzionando tra di noi, adattando tutto ciò che potrebbe ostacolare il nostro impatto congiunto, per migliorare ulteriormente la nostra struttura esistente.

Permettetemi di offrire un esempio che illustra quanto sia importante e urgente: prima della fondazione di DFC, l'OPIC aveva effettuato un investimento di 230 milioni di dollari nel 2015 per creare il secondo parco eolico più grande del Kenya. Progetto straordinario, lavoro stimolante, raggiungimento di chiari obiettivi di sviluppo climatico, fornitura di energia rinnovabile a 1 milione di keniani.

Ma a quanto pare l'accordo è quasi fallito a causa dell'impatto che avrebbe sugli avvoltoi in via di estinzione nella zona. Fortunatamente, USAID ha esperti di biodiversità nella nostra missione in Kenya e abbiamo legami con ONG locali e leader Maasai. Quindi, insieme, siamo stati in grado di tracciare una via da seguire per l'accordo che rispetta le usanze locali, protegge quegli avvoltoi e ha permesso al parco eolico di iniziare a fornire energia pulita alla rete del Kenya lo scorso gennaio.

USAID ha una straordinaria esperienza, che deriva dalle nostre 80 missioni in tutto il mondo, 56 delle quali DFC ha progetti. Siamo in grado di identificare i bisogni, di combinare e, operando in così tanti settori, possiamo sperare di evitare che accordi importanti vadano di traverso.

Con i guadagni di sviluppo devastanti della pandemia di COVID-19 in tutto il mondo, ora è nostro compito essere ancora più ambiziosi nella nostra partnership. Non c'è priorità più alta sul pianeta in questo momento che garantire che il maggior numero di persone vaccinate in tutto il pianeta il più rapidamente possibile. So che siamo già in trattative per collaborare a un investimento significativo per costruire la capacità di produzione di vaccini in Senegal. So che DFC sta anche esplorando accordi per espandere la capacità in India e Sud Africa e sta esplorando nuovi investimenti per rafforzare le catene del freddo e assicurare e monitorare le spedizioni di dosi.

L'USAID è pronta a supportare questi sforzi, fornendo il capitale, l'esperienza tecnica o la conoscenza locale per portare a termine questi affari. Ad esempio, USAID può utilizzare le sue reti sul campo per assicurarsi che i vaccini prodotti localmente entrino effettivamente nelle braccia delle persone, compresa la consegna "dell'ultimo miglio" nelle aree rurali. Possiamo sfruttare le nostre relazioni con le comunità locali per aiutarle a superare l'esitazione del vaccino.

Senti, sappiamo tutti che semplicemente non c'è abbastanza assistenza allo sviluppo nel mondo per affrontare le sfide globali che affrontiamo – COVID, shock climatici, scegli la tua crisi umanitaria del giorno – dobbiamo coinvolgere il capitale del settore privato per affrontare in modo sostenibile obiettivi di sviluppo.

E ho intenzione di usare la mia voce come parte di questo consiglio per assicurarci di dare priorità agli obiettivi di sviluppo e di sviluppare più accordi ed espandere la nostra partnership esistente.

Sono così incoraggiato a vedere Andy Herscowitz di USAID, il nostro Chief Development Officer, dare la priorità anche a quell'agenda e vedere come DFC si sta dedicando alle esigenze delle persone in tutto il pianeta.

E spero che continuiate a guardare presto e spesso all'USAID per soddisfare il nostro mandato di sviluppo condiviso.

Grazie.

Abbiamo realizzato 10 progetti sponsorizzati dall'USAID e ne abbiamo 40 in cantiere e, francamente, credo che possiamo farne molti di più. E credo che possiamo costruire su ciò che sta funzionando tra di noi, adattando tutto ciò che potrebbe ostacolare il nostro impatto congiunto, per migliorare ulteriormente la nostra struttura esistente.

Source: https://www.usaid.gov/news-information/speeches/jun-9-2021-administrator-samantha-power-us-international-development-finance-corporation

Previous
Finanza USAFocus sul fintech per l'8 giugno 2021
Next
Finanza USALa ricchezza delle famiglie statunitensi balza a registrare $ 136,9 trilioni, afferma la Fed

Articoli simili

Leave a Reply