Finanza USA

Le richieste di disoccupazione negli Stati Uniti scendono a 199.000, il minimo in 52 anni

WASHINGTON (AP) – Il numero di americani che hanno richiesto l'indennità di disoccupazione è crollato la scorsa settimana al livello più basso in più di mezzo secolo, un altro segno che il mercato del lavoro statunitense si sta riprendendo rapidamente dalla recessione del coronavirus dello scorso anno.

Le richieste di sussidio di disoccupazione sono diminuite di 71.000 a 199.000, il valore più basso da metà novembre 1969. Ma gli adeguamenti stagionali intorno alla festa del Ringraziamento hanno contribuito in modo significativo al calo più grande del previsto. Non rettificate, le richieste di risarcimento sono effettivamente aumentate di oltre 18.000 a quasi 259.000.

Anche la media di quattro settimane dei sinistri, che attenua gli alti e bassi settimanali, è scesa di 21.000 a poco più di 252.000, il livello più basso da metà marzo 2020, quando la pandemia ha colpito l'economia.

Da quando hanno superato le 900.000 all'inizio di gennaio, le domande sono diminuite costantemente e ora sono scese al di sotto del livello prepandemico di circa 220.000 a settimana. Le richieste di sussidio di disoccupazione sono un proxy per i licenziamenti.

Complessivamente, 2 milioni di americani hanno riscosso i tradizionali assegni di disoccupazione la settimana terminata il 13 novembre, in leggero calo rispetto alla settimana precedente.

"Nel complesso, aspettati una volatilità continua nei dati principali, ma la tendenza rimane molto lentamente inferiore", ha scritto Contingent Macro Advisors in una nota di ricerca.

Fino al 6 settembre, il governo federale aveva integrato i programmi statali di assicurazione contro la disoccupazione pagando un pagamento extra di 300 dollari a settimana ed estendendo i benefici ai gig worker ea coloro che erano senza lavoro da sei mesi o più. Compresi i programmi federali, il numero di americani che ricevono una qualche forma di aiuto alla disoccupazione ha raggiunto il picco di oltre 33 milioni nel giugno 2020.

Il mercato del lavoro ha registrato un notevole ritorno dalla primavera del 2020, quando la pandemia di coronavirus ha costretto le aziende a chiudere o tagliare le ore e ha tenuto molti americani a casa come precauzione sanitaria. A marzo e aprile dello scorso anno, i datori di lavoro hanno tagliato più di 22 milioni di posti di lavoro.

Ma i controlli del governo, i tassi di interesse bassissimi e il lancio di vaccini si sono combinati per dare ai consumatori la fiducia e i mezzi finanziari per ricominciare a spendere. I datori di lavoro, che si affannano per soddisfare un'impennata inaspettata della domanda, hanno effettuato 18 milioni di nuove assunzioni dall'aprile 2020 e si prevede che ne aggiungeranno altri 575.000 questo mese. Tuttavia, gli Stati Uniti rimangono a 4 milioni a corto di posti di lavoro che avevano nel febbraio 2020.

Le aziende ora si lamentano di non riuscire a trovare lavoratori per occupare posti di lavoro, una cifra quasi record di 10,4 milioni a settembre. I lavoratori, che per la prima volta dopo decenni si trovano ad avere un potere contrattuale, stanno diventando più selettivi riguardo al lavoro; un record di 4,4 milioni di uscite a settembre, segno che hanno fiducia nella loro capacità di trovare qualcosa di meglio.

Copyright © 2021 The Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, scritto o ridistribuito.

Altro da WTOP

"Nel complesso, aspettati una volatilità continua nei dati principali, ma la tendenza rimane molto lentamente inferiore", ha scritto Contingent Macro Advisors in una nota di ricerca.

Source: https://wtop.com/business-finance/2021/11/us-jobless-claims-plunge-to-199000-lowest-in-52-years/

Previous
Finanza USANotizie finanziarie: la crescita economica degli Stati Uniti è leggermente più forte di quanto inizialmente previsto
Next
Finanza USALe tariffe della rete 5G della Malesia costeranno meno alle telecomunicazioni, afferma il ministro delle finanze

Articoli simili

Leave a Reply